Giardino

Come rinnovare il prato con un intervento di trasemina

Quando il diserbante non funziona e sul prato iniziano a comparire brutte chiazze marroni, è facile iniziare a temere che il giardino non avrà mai più un bell'aspetto. Ma non perdere la speranza. Puoi sempre ripartire da zero con un rinnovo.

04037-48-L-001-8cm

Per rinnovare in base alle esigenze del terreno

  • Ora: In base alle dimensioni del prato e alle macchine usate
  • Sforzo: Medio
  • Livelli: Avanzato

Prima di iniziare

Trasemina o rifacimento completo? Per stabilire l'intervento più adatto per il rinnovo del vostro prato, trasemina o rifacimento completo del manto erboso, verificate l'ampiezza delle parti danneggiate. Se si è seccato meno del 40% dell'erba, sarà sufficiente aggiungere nuovi semi.

Perché rinnovare? Cercate di scoprire i motivi del deterioramento del prato. È importante per la scelta dei nuovi semi e può incidere su altre decisioni durante il rinnovo.

Valutate il lavoro da fare. Prima di iniziare, cercate di stimare l'entità del lavoro. Dovrete noleggiare un aeratore? Volete utilizzare uno spandiconcime? Dovrete ricorrere a un professionista per alcune parti del lavoro?

C'è differenza tra rinnovo del prato con l'aggiunta di nuovi semi e rifacimento completo del manto erboso. Se più del 40% del prato è danneggiato o invaso dalle erbacce è meglio optare per un rifacimento completo, in caso contrario sarà sufficiente una buona trasemina, che consiste nell'aggiunta di semi al prato esistente. In questo primo articolo ci concentreremo sul rinnovo del prato attraverso la trasemina. Ci aiuterà Jan Karlsson, esperto del settore commerciale prati e giardini di Husqvarna. Se Jan potesse darci un solo consiglio, sarebbe quello di eseguire un'analisi del terreno: scavare un po' e prelevare un campione di terra da inviare in laboratorio. Molti proprietari ignorano questo passaggio, perché non lo conoscono o a causa dei costi. Ma in realtà, iniziare il rinnovo con un'analisi del terreno rappresenta un ottimo investimento.

"Se non si analizza il terreno è difficile capire di cosa esattamente ha bisogno e magari si finisce per concimare più e più volte senza ottenere alcun risultato. Un'analisi del terreno vi dirà cosa fare, ma anche che cosa non fare e vi fornirà un piano d'azione con un buon rapporto tra costo ed efficacia", spiega Karlsson.

Il modo in cui è possibile eseguire un'analisi del terreno è diverso da paese a paese, ma in genere il servizio è offerto dai laboratori commerciali. Il laboratorio vi fornirà una modalità d'intervento dettagliata che sarà utile man mano che si procede con il rinnovo.

1. Decidere quando rinnovare


La stagione migliore per il rinnovo del prato dipende da quale parte del mondo in cui vivete, ma è importante assicurarsi che il terreno sia sufficientemente caldo da permettere la germinazione e la crescita dei semi. Questo vuol dire che la temperatura del suolo deve essere di almeno 10 gradi Celsius.
"Una regola è quella di aspettare fin dopo il primo taglio della stagione, quando il prato è diventato verde e si è certi che l'erba ha iniziato a crescere", commenta Karlsson.

2. Determinare il motivo del deterioramento del prato


Scoprire i motivi per cui il prato si è rovinato vi aiuterà a fare le scelte giuste in fase di rinnovo. Ad esempio, se il prato si è diradato per la crescita di alberi che schermano i raggi solari e competono per l'acqua e le sostanze nutritive, è bene scegliere varietà di erba che crescono bene all'ombra. Può anche essere necessario potare alcuni rami, per far passare più luce e pioggia.

"Si possono ricavare informazioni semplicemente guardando il prato, ma io consiglio vivamente di fare un'analisi del terreno", spiega Karlsson.

3. Eliminare le erbacce e il feltro


Iniziate il rinnovo eliminando le erbacce, in particolare quelle perenni, manualmente o con un erbicida. In questo modo eviterete che altre specie competano con la nuova erba. Se utilizzate erbicidi, leggete attentamente le etichette e seguite le istruzioni. La maggior parte dei prodotti permette di seminare in sette giorni, ma alcuni diserbanti impediscono la germinazione per tre-sei settimane.

Verificate lo stato della paglia scavando una piccola zolla dello spessore di qualche centimetro. Se alla compressione lo strato spugnoso è più spesso di 2 centimetri, è il momento di arieggiare il prato. Se la superficie del prato supera i 300 metri quadrati, è consigliabile utilizzare un rastrello a motore o un rasaerba verticale con uno scarificatore. Per prati più piccoli, sarà sufficiente un rastrello arieggiatore manuale.

Dead grass

4. Preparare il terreno


Oltre che per la rimozione del feltro, un rasaerba verticale con uno scarificatore può essere utilizzato per preparare il terreno per i nuovi semi. Passate sull'intero prato con i denti impostati in modo da incidere il suolo fino a una profondità compresa tra circa 3 mm e 1 cm, quindi rastrellate i blocchi di detriti. Un altro modo per preparare il terreno consiste nell'effettuare un'arieggiatura approfondita. Se si sceglie questo metodo sarà necessario passare sull'intero prato 3-5 volte per arieggiarlo completamente. I risultati migliori, tuttavia, si ottengono eseguendo entrambe le operazioni: arieggiatura seguita da taglio verticale. In questo modo l'acqua raggiungerà molto più facilmente semi e piantine.

"Quello del terreno troppo duro e compatto è un problema diffuso. Un terreno in queste condizioni riduce la profondità di penetrazione dell'acqua e dell'ossigeno e quindi lo sviluppo delle piante. Un aeratore apre dei tagli che facilitano la circolazione dell'aria e dell'umidità, mentre un rasaerba verticale con scarificatore divide in due le piante erbacee, favorendo la crescita di un prato denso e folto."

5. Irrigare il prato


Piantine e semi hanno bisogno di acqua per germogliare e mettere radici. Il terreno non deve essere inzuppato, ma assicuratevi che sia almeno umido. Se il prato è asciutto e le probabilità di pioggia sono basse, iniziate a creare una riserva d'acqua nel terreno azionando il sistema di irrigazione per un'ora o due nei giorni precedenti alla semina.

"Mantenere il prato idratato in modo uniforme è molto importante. Se il terreno è umido e la temperatura del terreno è buona, siete sulla strada giusta", ricorda Karlsson.

Husqvarna Garden Tractor with scarifier attachment

6. Usare un fertilizzante


La concimazione favorirà l'insediamento e la crescita dei nuovi semi e delle nuove piantine e va effettuata appena prima della semina. Applicate un concime azotato a lenta cessione. Se avete effettuato un'analisi del terreno, saprete se il prato ha bisogno anche di un supplemento di fosforo e potassio.

Husqvarna Garden Tractor with spreader attachment

7. Seminare


Quando il prato è in condizioni relativamente buone, è possibile utilizzare la miscela di semi già utilizzata in passato. Se avete eseguito un'analisi del terreno, avrete una buona indicazione sui semi da utilizzare.

Potete spargere i semi a mano, ma se volete fare in modo che i semi siano distribuiti in modo uniforme, è preferibile utilizzare uno spandiconcime.

"Alcuni spandiconcime si possono collegare allo scarificatore. Io consiglio uno spandiconcime centrifugo", aggiunge Karlsson.

Grass seeds

8. Buon divertimento!


"Non dovrete aspettare prima di godervi il vostro prato appena rinnovato. Con la trasemina potete iniziare a usarlo da subito, rasando l'erba come di consueto", dice Karlsson.